L'Associazione
Serial Killer
Casi irrisolti
Pubblicità
L'opinione
News
Store
Link utili
Cinema
Libri
Serial Pixel
Area sondaggi
Rassegna Stampa
Sala multimediale
UFFICIO BREVETTI
Virtual Tears
spacer
ATTENZIONE! Da oggi, nell'area STORE, potrete acquistare dei gadget personalizzati con il marchio "SERIAL LILLER CULT". Per maggiori informazioni contattate direttamente la redazione al numero di telefono: 0587 734105. Distinti saluti 
Michel Fourniret – "L’orco delle Ardenne"

Con la condanna all’ergastolo dell’ex carpentiere Michel Fourniret, 66 anni e di sua moglie Monique Olivier, 59 anni, si è concluso oggi uno dei casi di omicidi seriali più agghiaccianti mai successi in Francia. Fourniret è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di sette ragazze (se ne sospettano otto) senza possibilità di riduzione della pena. La moglie invece dovrà scontare almeno 28 anni di detenzione. Lo ha deciso la Corte d’Assise di Charleville-Mezieres dopo due mesi di processo. Nel 2004 Fourniret aveva già confessato di aver ucciso sette ragazze negli anni dal 1987 al 2001. La sua cattura era stata possibile grazie ad una 13enne che riuscendo a fuggire dal suo furgone aveva memorizzato il numero della targa. All’uomo sono state attribuite anche altre vittime, nove ragazze uccise in Francia e una in Belgio; tutte erano state sequestrate, violentate e torturate prima di essere assassinate. Monique Olivier, la moglie del serial killer, è stata condannata per uno degli omicidi e per complicità in altri tre. In particolare la donna aiutava il marito a scegliere e catturare le vittime, preoccupandosi poi di nascondere i cadaveri. Nell’appello finale alla giuria Fourniret ha chiesto clemenza per sua moglie, che ha definito una poverina, incapace di fare del male. All’inizio del processo aveva indicato se stesso come una persona cattiva e priva di ogni sentimento umano.
Queste le tappe della sua dissennata vita:

  • 1967 - Prima condanna per Michel Fourniret, allora 25enne, per l’aggressione contro una ragazzina nella regione delle Ardenne, tra Belgio e Francia: otto mesi di carcere.
  • 1984 - Fourniret viene arrestato per aver molestato un’altra giovane.
  • 1987 - Dal carcere inizia una corrispondenza epistolare con Monique Olivier, separata e madre di due figli. Lo stesso anno Fourniret viene condannato a cinque anni di prigione per violenza sessuale contro una dozzina di ragazze tra il 1981 e il 1984. A ottobre viene scarcerato e va a vivere con Monique Olivier.
  • 1988 - La coppia ruba parte della refurtiva a una banda di rapinatori con l’aiuto della compagna di un detenuto amico di Fourniret. La donna viene poi uccisa dal serial killer. Tempo dopo spara a un rappresentante di commercio per derubarlo in una piazzola di sosta lungo un’autostrada. La coppia compra il castello di Sautou, nelle Ardenne. A settembre nasce il loro figlio Sélim.
  • 1989 - I due si sposano.
  • 1990-1991 - Fourniret è condannato per tre volte. Le accuse: violenza e furto.
  • 2003 - Il killer viene arrestato in Belgio dopo la testimonianza di una tredicenne riuscita a sfuggirgli.
  • 2004 - Interrogata dalla polizia belga, Monique Olivier accusa il marito di aver ucciso sette tra ragazze e adolescenti e Hamiche, la compagna del suo compagno di cella. Poco dopo lo stesso Fourniret, in carcere a Dinant, confessa gli otto omicidi. A luglio, in base alle indicazioni del killer, vengono trovati i corpi di due vittime nel parco del castello di Sautou.
  • 2005 - Monique Olivier accusa il marito di altri due omicidi, quelli di Joanna Parrish e Marie-Angèle Domèce, sempre negati da Fourniret. A giugno i dossier delle magistrature francese e belga su Fourniret vengono riuniti per svolgere un unico processo a Charleville-Mézières.
  • 2006 - Il killer viene estradato in Francia, un mese dopo lo stesso provvedimento colpisce la moglie. A luglio viene trovato il corpo di Isabelle Laville, uccisa nel 1987 nella regione della Yonne.
  • 2007 - La coppia Fourniret/Olivier è convocata davanti alla Corte d’Assise delle Ardenne, lui per gli omicidi di sette ragazze, lei per un omicidio e complicità in altri tre casi.
  • 2008 - Michel Fourniret viene formalmente accusato della morte di Joanna Parrish e Marie-Angèle Domèce, Monique Olivier è accusata di complicità nei confronti del marito. Il processo dura dal 27 marzo al 28 maggio e si conclude con i due ergastoli.

A scatenare i suoi istinti criminali sarebbe stata l'ossessione per la verginità, nata forse dalla scoperta che la prima moglie, al momento del matrimonio, non era vergine. Michel Fourniret, 66 anni, è considerato uno dei più pericolosi serial killer degli ultimi decenni in Francia. Le sue vittime, tutte giovanissime, di età compresa tra i 12 e i 21 anni sono state rapite, stuprate e uccise tra il 1987 e il 2001 tra Francia e Belgio. Fu l'ultimo tentativo di sequestro a incastrare Fourniret. In Belgio, nel 2003, una ragazzina riesce a liberarsi e a fuggire dal suo furgone. Alla polizia fornisce il numero di targa. Condannato in precedenza a più riprese per delitti sessuali, Fourniret esce di prigione nell'ottobre del 1987. Nel 1988 si trasferisce nelle Ardenne, al Castello di Sautou comprato insieme alla moglie Monique Olivier. I due si erano conosciuti nel periodo della permanenza in carcere di Fourniret. Durante gli interrogatori, la donna ha ripetuto di avere agito sotto l'influenza di un marito che la terrorizzava. Le pena decisa per Fourniret (ergastolo, da scontarsi obbligatoriamente, senza alcun alleggerimento) è la massima prevista dal codice penale francese ed è stata introdotta nel 1994. E' gia stata applicata due volte nel 2006 e nel 2007 per due uomini ritenuti colpevoli di omicidi o tentativi di omicidio e di parecchi stupri nei confronti di adolescenti con meno di 15 anni di età. La moglie di Fourniret è stata anche lei condannata all'ergastolo, una pena accompagnata da un periodo di sicurezza di 28 anni. La donna non può cioè avere, prima di 28 anni, sospensioni della pena, ne permessi di uscita, libertà condizionali o semi libertà.

» Argomenti Collegati:
Cerca nel Sito
 
Link utili
disclaimer
ricordiamo ai navigatori, che lo studio celsus non [...]
 

Entra nella community di Serial Killer e lascia messaggi sul nostro Guestbook.


ATTENZIONE! Da oggi puoi seguirci anche su FaceBook e Twitter e interagire con noi tramite questi popolari social network. Buona visione


spacer
spacer
spacer
(C) Copyright 2010 by Serial Killer Cult ® - P.I. 90022850508