L'Associazione
Serial Killer
Casi irrisolti
Pubblicità
L'opinione
News
Store
Link utili
Cinema
Libri
Serial Pixel
Area sondaggi
Rassegna Stampa
Sala multimediale
UFFICIO BREVETTI
Virtual Tears
spacer
ATTENZIONE! Da oggi, nell'area STORE, potrete acquistare dei gadget personalizzati con il marchio "SERIAL LILLER CULT". Per maggiori informazioni contattate direttamente la redazione al numero di telefono: 0587 734105. Distinti saluti 
Ti trovi qui: Virtual Tears » Ylenia Lenhard


 
Ylenia Lenhard
 
 
 
Come si temeva, il cadavere di Ylenia, la bimba di cinque anni e mezzo scomparsa a fine luglio 2007, è stato rinvenuto in un bosco del canton San Gallo. La sua identificazione è praticamente certa. La macabra scoperta è stata fatta sabato pomeriggio da una persona che di sua spontanea iniziativa era alla ricerca della piccola. Il cadavere, in parte divorato dagli animali, è stato identificato grazie ad alcuni gioielli che portava, ha riferito la polizia cantonale in una conferenza stampa svoltasi nel pomeriggio di sabato a San Gallo. Una persona che si era messa alla ricerca di Ylenia per conto proprio l'ha rinvenuta verso mezzogiorno nel bosco di Hartmann, fra i comuni di Oberbüren e Niederwil, non lontano da dove alcune settimane fa vennero trovati i vestiti della piccola, ha detto ai giornalisti il capo della polizia criminale Bruno Fehr. “È oggettivamente certo che si tratta della ragazzina di cinque anni e mezzo”, ha dichiarato. Le cause della morte non sono ancora state chiarite, ha aggiunto la polizia sangallese, precisando che l'autopsia sarà effettuata dall'istituto di medicina legale cantonale. Malgrado gli appelli lanciati alla popolazione e le indagini minuziose condotte da una folta cerchia di poliziotti, militari, pompieri e volontari, ci sono volute più di sei settimane per ritrovare il corpo di Ylenia. La piccola era scomparsa lo scorso 31 luglio mentre tornava dalla piscina che dista solo qualche centinaio di metri dalla sua abitazione nel canton Appenzello. Da allora la vicenda è stata seguita con apprensione dalla popolazione e dai media elvetici, fino al tragico epilogo di sabato. Il presunto rapitore, uno svizzero di 67 anni domiciliato in Spagna, si è ucciso nei pressi di Oberbüren lo stesso giorno della sparizione della piccola. Prima di togliersi la vita nel bosco di Hartmann aveva sparato a un testimone, un uomo di 46 anni, ferendolo al petto. Le analisi del DNA hanno stabilito che il supposto sequestratore aveva toccato gli oggetti di Ylenia (zainetto, casco da ciclista e monopattino) e che la bimba era salita nel suo furgone. Questa triste storia si chiude nel peggiore dei modi.
 
spacer
spacer
(C) Copyright 2010 by Serial Killer Cult ® - P.I. 90022850508